San Venanzo – Pornello

La strada attuale ricalca quasi totalmente quella mappata nel Catasto Gregoriano, pur con una sostanziale differenza in corrispondenza di Costa Filatello (la zona è quella a Sud del cosiddetto “bivio del Moro”).

Da San Venanzo si segue la Statale in direzione di Orvieto; appena terminata la leggera discesa, invece di seguire la Statale che piega a sinistra in salita, prendere una stradina proprio di fronte, in direzione Sud; poche centinaia di metri e si torna sulla Statale, che si segue fino al bivio per San Vito – Pornello (“bivio del Moro”), dove si trova un ristorante. A questo punto, occorre procedere nel bosco proprio tra le due strade bitumate, in salita; dopo pochi metri ci troveremo a seguire una larga strada di terra, usata fino a circa 50 anni fa per andare ad Ospedaletto. Giunti sul crinale (ci si trova sul tracciato della antica “Via Orvietana”) lo si attraversa e, in discesa, si raggiunge un casale abbandonato, lo si costeggia seguendo un tracciato di terra e si raggiunge la bitumata verso Pornello e Montegiove. La si segue fino a raggiungere il borgo di Pornello, rimasto quasi abbandonato e affascinante da visitare, girando a caso tra i suoi antichissimi vicoli.

Scarica